Come gestire l'incazzatura del proprio partner

Pubblicato il da Widenous

Perl'amordiDio, prima che prenda un martello e ti spappoli la testa sul letto per poi buttare i tuoi resti nelle fogne, (verrà cattata proprio per questo come Ed Kemper), leggi questo articolo e valuta se fai la cosa giusta quando il tuo partner va su tutte le furie.

 

Le opzioni sono due:

 

O il litigio nasce senza pretesti, o c'è un pretesto.

 

Nella seconda ipotesi, tirati su le maniche e cerca di capire perchè so è incazzata/o, e poi agisci furtivamente rimediando.

 

Nella prima ipotesi invece ecco cosa fare:

 

- Mantenere un tono di voce tranquillo.  Un tono di voce basso (non di volume ma di tonalità), la/lo porterà su una scia sia di tranquillità che - a volte - di eccitazione....può scappare l'amore violento!

 

- Dopo le prime parole, creare un rapporto empatico.  Qualunque cosa stia dicendo, se mantenete un rapporto empatico, fatto cioè di frasi alla "capisco il tuo punto di vista, ma..." oppure "sono d'accordo però..." inserendoci qualche volta un filo di contatto fisico (non troppo e senza imporlo se no venite rifiutati, una mano sulla sua basta) allora la porterete sulla via della calma.

 

- Ultimo, il clichè del "sei bella quando ti arrabbi". L'unica differenza è che funziona, perchè lei dopo i vostri modi tranquilli ed empatici si sta tranquillizzando, se poi le dici che è bella si destabilizzerà un po'.

 

Sono piccole accortezze che possono funzionare o meno, dipendentemente dalle caratteristiche del vostro partner, ma sicuramente serviranno a fare da cuscinetto verso tutta la sua rabbia.

Commenta il post