La bellezza è nella corteccia orbitale mediale

Pubblicato il da Widenous

Mai sentito dire che la bellezza è una cosa soggettiva? tutti i gusti sono gusti, de gustibus, etc.etc. Se queste cose sembrano degli anitchissimi detti senza motivo, ecco che gli scienziati oggi (ri)danno loro un senso.

 

Infatti una ricerca inglese ha determianto che ogni volta che percepiamo dell'arte, in qualunque campo, che ci piace si accende una regione del nostro cervello, precisamente la corteccia orbito-frontale nella sua porzione mediale.

 

Questo sta a comprovare che la bellezza non sta tanto nell'oggetto, ma piuttosto in chi lo vede.

 

La famosa frase di Voltaire " Chiedete al rospo che cosa sia la bellezza e vi risponderà che è la femmina del rospo" è dunque vera non solo idealmente, ma anche fisicamente.

 

Durante la ricerca del professor Semir Zeki  21 volontari sono stati chiamati a giudicare dei dipinti e delle musiche come belle, indifferenti e brutte. dopo i risultati sono stati portati ancora ad ascoltare e visualizzare i dipinti, questa volta però analizzando le loro attività cerebrali.

 

Se è dunque scoperto che si attivava la regione di cui sopra all'udire di canzoni e alla visione di dipinti giudicati come belli.

Commenta il post